Giardino Pubblico Vittorio Emanuele

Questo itinerario barocco-calatino si conclude in un luogo unico ed estremamente suggestivo: il Giardino pubblico Vittorio Emanuele. Quest’oasi naturale – 10 ettari di estensione – è il frutto del lavoro di Giovan Battista Filippo Basile, iniziato nel 1851 e concluso durante il primo ventennio del 1900 da Ernesto Basile, suo figlio. Il progetto presentava inizialmente tre sezioni: la floretta, il parterre e il giardino inglese, a cui saranno aggiunti successivamente il piano delle giardiniere e la serra, e rimodulata la parte superiore della villa, trasformata in passaggio per le carrozze – il trottoir. Nella prima metà del 1900 il geometra Salvatore Montalto apporterà delle modifiche ad un progetto di quasi un secolo prima dell’ingegnere Gaetano Aurichiella: un palco in legno modificato in cemento armato in stile moresco e decorato con piastrelle e motivi caratteristici calatini, scelti da Antonio Ragona. Passeggiando all’interno del parco ci si sente come in uno straordinario museo all’aperto: numerose sono le opere d’arte come la Fontana di Camillo Camilliani e le quattro figure femminili in terracotta raffiguranti le quattro stagioni – risalenti persino al XVII sec. – tutti elementi che contribuiscono ad abbellire ed impreziosire uno dei giardini più belli ed estesi d’Italia.

Vedi altri tours

View Project

Scalinata di Santa Maria del Monte

Caltagirone
View Project

Chiesa di San Giacomo Apostolo

Caltagirone
View Project

Municipio di Caltagirone

Caltagirone
View Project

Ex Carcere Borbonico

Caltagirone
View Project

Corte Capitaniale

Caltagirone
View Project

Villa Patti

Caltagirone, Virtual Tour